Gli spazi sociali si trasformano!

 > CONTENUTI  > Gli spazi sociali si trasformano!

Gli spazi sociali si trasformano!

Centri Sociali, Spazi pubblici Autogestiti, imprese sociali: gli spazi sociali si trasformano!

Erano gli anni 70 quando le prime occupazioni dei Centri Sociali Occupati Autogestiti cercavano di contrastare l’alienazione della vita metropolitana, di promuovere informazione alternativa e controcultura e di sganciarsi dalle restrizioni della società.

Da allora il quadro è profondamente cambiato, politicamente e socialmente e lo è anche la geografia degli spazi sociali disseminati sul territorio nazionale. Un mutamento che va al di là della persistenza dei nomi, della fisicità dei luoghi, ma che ha caratterizzato la loro composizione, le loro pratiche e le loro attività, che hanno assecondato il mutamento dei processi sociali.

Un percorso di trasformazione tanto profondo quanto generale che ha influenzato il Leoncavallo come altri spazi sociali nel renderli anche imprese sociali. Questa caratteristica non solo non ha ridotto il peso dell’agire politico nell’operare complessivo di questi spazi, ma anzi ne ha amplificato la portata, ridefinendone le modalità in sintonia con le trasformazioni radicali che stanno attraversando la società contemporanea. Tutto ciò assume particolare importanza in un momento di crisi globale, dove l’unica risposta possibile sembra essere la radicale destrutturazione delle politiche sociali e del mondo del lavoro e dove invece il modello di intervento delle imprese sociali sembra costituire una valida alternativa nella direzione di un “welfare civile”,  in grado di creare uno spazio pubblico di cittadinanza realmente universalistico e aperto.

A quasi 10 anni da il libro: “Leoncavallo Spazio pubblico Autogestito”, e nel mezzo di un percorso di “regolarizzazione” necessario a costruire cittadinanza e diritti, a garantire spazi di informalità e radicalità del pensiero e dell’agire, sentiamo l’esigenza di fare il punto e di riflettere insieme ad altre realtà, nel tentativo di potenziare un ragionamento consortile in grado di amplificare le nostre voci.

Ne parliamo il 24 Febbraio ore 21 – Leoncavallo S.p.A, via Watteau 7 con:

Andrea Polacchi – Officine Corsare (Torino)

Mauro Servalli – Talpa e l’Orologio (Imperia)

Un esponente del Progetto Rebeldia (Pisa)

Maria Pia Pizzolante – Tilt!

Pasquale Adilardi – Zona Bandita (Venezia)

Elisa Silva – Leoncavallo S.p.A.

Coordina:

Alessandro Rozza – Leoncavallo S.p.A.

Iniziativa organizzata nell’ambito del Talpa Fotovoltaico Tour

user-gravatar
Tilt
No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website